CORREZIONE SCONTRINO ETILOMETRO: PROVA INVALIDA?

A seguito dell’articolo sull’ INSUFFICIENTE ESPIRAZIONE NELLA PROVA ETILOMETRO abbiamo ricevuto il seguente quesito:

LA CORREZIONE A PENNA DELL’ORARIO DELLO SCONTRINO EMESSO A SEGUITO DI PROVA ETILOMETRO DETERMINA L’INVALIDITA’ DELL’ACCERTAMENTO?

La Corte di Cassazione ha avuto più volte modo di pronunciarsi su tale fattispecie, concludendo che la correzione a penna dell’orario costituisce una mera irregolarità che non invalida la prova.

Si vedano:

Cass. Pen., IV, 20/02/17 n° 8060

Cass. Pen., IV, 11/05/17 n° 23121

Cass. Pen., VII, 18/12/18 n° 56797

Cass. Pen., VII, 22/01/20 n° 2393, nella quale possiamo leggere come “…l’esito della verifica del tasso alcolemico può essere annotato nel verbale di contestazione e può formare oggetto di testimonianza da parte degli agenti accertatorí, non essendo neppure necessario procedere alla stampa dei risultati del test (cfr. anche Sez. 4, n. 3785 del 10/10/2014 Ud. -dep. 27/01/2015- Rv. 263198). Persino l’intervento a mano effettuato da parte della Polizia giudiziaria risulta irrilevante e non mette in discussione l’efficacia degli esiti forniti dall’alcoltest (cfr. Sez. 4, n. 8060 del 20 febbraio 2017). Nel caso in esame, le correzioni apportate a mano sugli scontrini erano state necessarie a causa del mancato aggiornamento all’ora “legale” senza che ciò mettesse in dubbio la funzionalità dell’apparecchio. …”

Giovanni Paris

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...