OMESSA COLLOCAZIONE DI CARTELLO DI CANTIERE

CARTELLO DI CANTIERE

In precedente articolo del 23 novembre 2014 fu trattato l’argomento della OMESSA COLLOCAZIONE DI CARTELLO DI CANTIERE affrontando le questioni relative al fatto se l’omissione costituisce illecito, se illecito penale o amministrativo, quali sono eventualmente i soggetti responsabili.

Si segnala la sentenza della CORTE DI CASSAZIONE 07-04-16 N° 13963 (scarica e leggi) nella quale si ribadiscono una serie di principi già espressi nella precedente giurisprudenza della Suprema Corte:

  • la violazione dell’obbligo di esporre il cartello indicante gli estremi del titolo abilitativo, qualora prescritto dal regolamento edilizio o dal titolo medesimo, già sanzionata sotto la vigenza dell’ormai abrogata L. n. 47 del 1985, è tuttora punita dal D.P.R. n. 380 del 2001, art. 44, lett. a), in ragione del rapporto di continuità normativa intercorrente tra le diverse disposizioni;
  • funzione del cartello è proprio quella di rendere edotti gli organi di vigilanza dell’esistenza in loco di interventi edilizi, al fine di consentire l’espletamento di tutte quelle attività di verifica dell’osservanza della normativa edilizia e di corrispondenza dell’assentito al realizzato;
  • la finalità cui assolve l’obbligo di apposizione del cartello, deve ritenersi che sia anche quella di indicare i soggetti responsabili, nel caso in cui durante lo svolgimento delle attività di cantiere derivino danni a terzi.

Giovanni Paris

http://www.corsidipolizialocale.it

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...