PROVA ETILOMETRO ED AVVISO DI ASSISTENZA DI DIFENSORE

ETILOMETRO1

 

L’ACCERTAMENTO MEDIANTE L’UTILIZZO DELL’ETILOMETRO, PER LE SUE CARATTERISTICHE E PER LA SUA FINALITÀ DI INVESTIGAZIONE E DI ASSICURAZIONE DELLE FONTI DI PROVA, SI CLASSIFICA COME CONTROLLO SULLA PERSONA E RIENTRA NELLA CATEGORIA DEGLI “ATTI DI URGENZA” O “ATTI A SORPRESA”.

DAL PUNTO DI VISTA PROCESSUALE TALE ACCERTAMENTO SI INQUADRA NELL’AMBITO DEGLI ACCERTAMENTI URGENTI SULLE PERSONE CHE, AI SENSI DELL’ART. 354, COMMA 3, C.P.P., SONO SEMPRE CONSENTITI AGLI ORGANI DI POLIZIA GIUDIZIARIA ANCHE DI INIZIATIVA.

L’ART. 356 C.P.P. PREVEDE CHE IL DIFENSORE DELLA PERSONA NEI CUI CONFRONTI VENGONO SVOLTE LE INDAGINI HA LA FACOLTÀ DI ASSISTERVI, SENZA DIRITTO DI ESSERE PREVENTIVAMENTE AVVISATO.

L’ORANO DI POLIZIA GIUDIZIARIA PROCEDENTE PERÒ AI SENSI DELL’ART. 114 DISP. ATT. C.P.P. HA L’OBBLIGO DI AVVERTIRE LA PERSONA CHE VIENE SOTTOPOSTA ALLA PROVA MEDIANTE ETILOMETRO CHE, IN QUALITÀ DI PERSONA SOTTOPOSTA ALLE INDAGINI, HA LA FACOLTÀ DI FARSI ASSISTERE DAL DIFENSORE DI FIDUCIA.

L’AVVERTIMENTO VA FATTO VERBALMENTE, MA VA TRASFUSO NEL CORPO DEL VERBALE CHE SI VA A REDIGERE.

LA MANCATA INDICAZIONE DEL DIFENSORE DI FIDUCIA DA PARTE DEL SOGGETTO INDAGATO NON PREGIUDICA PERO’ LA POSSIBILITÀ DI PROCEDERE ALL’ACCERTAMENTO, COSÌ COME SI PROCEDE UGUALMENTE ALL’ACCERTAMENTO SENZA DOVER ASPETTARE L’ARRIVO DEL DIFENSORE PUR ESSENDO STATA EFFETTUATA LA SUA INDICAZIONE.

QUALI SONO LE CONSEGUENZE DEL MANCATO AVVISO?

L’ATTO È AFFETTO DA VIZIO PROCEDURALE, LA GIURISPRUDENZA DELLA CASSAZIONE INDICA L’OMESSO AVVISO DELLA FACOLTÀ DI FARSI ASSISTERE DA UN LEGALE PRIMA DEL CONTROLLO CON L’ETILOMETRO QUALE NULLITÀ DI CARATTERE “INTERMEDIO”, SANABILE SE L’INTERESSATO NON LA DEDUCE TEMPESTIVAMENTE.

SUL CONCETTO DI TEMPESTIVITÀ PERÒ ESISTONO DUE ORIENTAMENTI:

– IL PRIMO È PIÙ RESTRITTIVO E RITIENE CHE QUESTA NULLITÀ DEBBA ESSERE SOLLEVATA MOLTO TEMPESTIVAMENTE E CIOÈ ATTRAVERSO IL MECCANISMO DELLE MEMORIE EX ART. 21 C.P.P.,

– IL SECONDO ARRIVA A CONSIDERARE TEMPESTIVA ANCHE L’ECCEZIONE DI NULLITÀ SOLLEVATA CON IL PRIMO ATTO PROCEDIMENTALE UTILE.

PER RISOLVERE LA QUESTIONE CON ORDINANZA DELLA CASS. PEN., SEZ. IV, 21/10/14 N°. 43847 SONO STATE INVESTITE LE SEZIONI UNITE DELLA CASSAZIONE PER DARE UNA INTERPRETAZIONE UNIVOCA E CHIARIRE LA SITUAZIONE, SI SPERA IN MANIERA DEFINITIVA.

COMUNQUE AL DI LA’ DELLA QUESTIONE GIURIDICA E’ ESSENZIALE CHE GLI ORGANI DI POLIZIA STRADALE SIANO PARTICOLARMENTE ACCORTI AD ADEMPIERE ALL’OBBLIGO NORMATIVO PER NON VEDERE VANIFICATO IL LAVORO SVOLTO.

CLICCARE QUI PER LA ORDINANZA DELLA CASSAZIONE.

GIOVANNI PARIS

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...